Origines - Concerto - mercoledì 13 luglio 2022

 

 

 

 

Festival Il Lago Cromatico VIII Ed. 2022

Eremo di Santa Caterina del Sasso

Mercoledì 13 Luglio

 

Ingresso al concerto: euro 15,00

prenotazioni: 
 
Sia sul sito www.illagocromatico.com , che sulla pagina del fb e instagram del Festival tutti i dettagli

 

 

 

 

Duo flauto di pan e chitarra

Jeanne Gollut e Alessio Nebiolo

Se il flauto di Pan di origine rumena e la chitarra spagnola non erano apparentemente destinati ad incontrarsi, dobbiamo riconoscere che i loro rispettivi timbri si sposano alla perfezione e si prestano ad esplorare un repertorio vario ed esteso. Jeanne Gollut (flauto di pan) et Alessio Nebiolo (chitarra) ci propongono quindi un viaggio musicale originale attraverso la musica popolare che ha ispirato il repertorio dei loro strumenti. I due musicisti si incontrano nel 2015 e da allora si sono esibiti in decine di concerti tra Svizzera, Italia, Francia e Repubblica Ceca. Hanno al loro attivo la registrazione di un album, dal titolo « Origines » e diversi video live e in studio. Il pubblico ha accolto con particolare fervore i loro concerti incoraggiando questa insolita formazione a proseguire il suo percorso musicale anche commissionando opere nuove scritte e dedicate al duo.

Il repertorio

Da sempre la musica popolare ha ispirato molti compositori in ogni ambito e genere musicali. Se, nell’immaginario collettivo, la Romania è la patria del flauto di pan e la Spagna quella della chitarra, l’evoluzione del repertorio dei due strumenti si incontra in America del Sud, dove si le diverse tradizioni europee si mescolano al folklore locale. I brani proposti dal duo invitano ad un viaggio alle origini del suono, tra classico e popolare, viaggiando tra l’Europa e l’America.

Programma

  1. Granados

Danze spagnole

  1. de Falla

La vida breve

  1. Barrera

 Saavedra Adios Granada

  1. Bogdanovic

Six balkan miniatures per chitarra

  1. Porumbescu

Ballada

Traditionnel roumain Joc din Oas (flauto solo)

  1. Bartók

Six danses populaires roumaines

 

  

Alessio Nebiolo inizia gli studi musicali all’età di otto anni. Tra il 1999 ed il 2005, consegue il diploma con la menzione di lode presso il Conservatorio ``A. Vivaldi ``di Alessandria, il Diploma di Virtuosité con la menzione di lode, cui segue il Diploma di Solista, il piu’ alto titolo di perfezionamento, presso il “Conservatoire de Musique de Lausanne” ed una decina di riconoscimenti (tra cui sei primi premi) in concorsi internazionali. Nel 2005, riceve il premio “Max Jost” (Losanna, Svizzera) attribuito al miglior solista dell’anno, fra tutti gli strumentisti. Oggi la critica lo descrive tra i piu` brillanti ed attivi giovani chitarristi del suo tempo. Si esibisce regolarmente in Europa, Asia, America del Nord e del Sud con un ritmo di oltre 40 concerti all’anno. Tra i principali festival europei che hanno visto la sua partecipazione in qualità di interprete solista, ricordiamo in Italia il “Rossini Opera Festival” (Pesaro), “Verbania Musica Festival”, “Cantiere dell’Arte di Montepulciano”, in Francia il ‘Festival de l’Orne’ ed il Festival Internazionale del Cinema di Annecy, in Svizzera il ‘Festival de Lucerne’, ‘Sommets Musicaux de Gstaad’, “Sommets du Classic de Crans Montana”, ‘Musik an der ETH’ (Zurigo), in Portogallo il “ III Encontros Internacionais de Musica de Maiorca ”, “ XV Festival Internacional de Musica dos Açores”, in Romania il festival della radio nazionale, in Spagna il festival de Los Amigos de la Guitarra di Valencia. E’ stato invitato a suonare in diretta per la Radio Nazionale Svizzera Espace2, Rai Radio 3, Radio Nazionale Rumena e le Televisioni Nazionali di Svizzera, Romania, Francia, Cile, Bolivia Paraguay ed Uruguay. In Asia ha avuto modo di esibirsi presso le sale piu’ prestigiose e nelle principali città di India, Indonesia, Sri Lanka tra le quali ricordiamo “Erasmus Huis” di Jakarta, “Kala Academy” di Goa, “Habitat Center” New Delhi, Calcutta’s School of Music. In Canada e negli Stati Uniti d’America, è stato invitato da diverse università e festival (Montreal, Laval, Philadelphia, Ann Arbor, Dayton, Baltimora, Washington DC). Nel 2009 esordisce con la prima tournée in America del Sud (Uruguay, Argentina, Bolivia e Paraguay) tenendo récitals, masterclass, essendo giurato di concorsi internazionali e in tournée con l’orchestra “Philarmonica de Cochabamba” per l’esecuzione del Concierto de Aranjuez de Joaquin Rodrigo. Da allora svolge almeno una tournée all’anno estendendo i suoi concerti ad altri Paesi quali Brasile e Cile, Peru, Uruguay, Paraguay, Argentina. Come solista si è esibito con orchestre tra le quali: Orchestra Sinfonica di Sanremo, Sinfonietta de Lausanne (Svizzera), Orchestre de la Suisse Romande (Orchestra Nazionale Svizzera), Nova Amadeus Chamber Orchestra (Roma), Orchestre de Ribeaupierre (Losanna), Philarmonie Marea Neagra (Romania), Orchestre Symphonique du Mont Blanc (Francia), Orchestre St. Pierre de la Fusterie (Svizzera), Philarmonica de Cochabamba (Bolivia), Camerata del MEC (Uruguay), Orquesta Sinfonica de la Universidad Mayor (Cile), Filarmonia di Temuco (Cile). Come solista della Symphony of the Americas di Miami, Alessio Nebiolo si esibisce in oltre venti concerti nell’anno 2017 tra gli USA e Panama interpretando Preludio e Fuga scritto per lui dal M° Lorenzo Turchi-Floris. Accanto all’attività solistica, è impegnato in formazioni cameristiche stabili con le quali collabora da diversi anni. In particolare in duo con il fisarmonicista italiano Nadio Marenco, il flautista canadese Claude Régimbald, il quartetto svizzero Terpsycordes, la flautista di pan svizzera Jeanne Gollut, il violinista rumeno Bogdan Zvoristeanu (concertino dell’orchestra nazionale svizzera ORS) ed il Tremendo C, quartetto misto consacrato all’interpretazione della musica popolare spagnola. Alessio Nebiolo è docente di chitarra presso il “Conservatoire de Musique de Genève” e l’Università di Losanna (Haute Ecole Pédagogique) in Svizzera e tiene occasionalmente Master Class in Europa, America ed Asia. Alessio Nebiolo ha al suo attivo undici incisioni discografiche per le etichette Arpeggio (Francia), Tempus Clasico (Messico), Guitart (Italia), Sinfonica (Italia), Flipper Music (Italia) e Brilliant Classics (Olanda), SMC (Italia). Il recital tenuto per il Festival de Lucerne, tra le piu’ prestigiose rassegne europee, è stato trasmesso integralmente dalla Radio Nazionale Svizzera e prodotto attraverso il CD “Live at Lucerne Festival”. Alessio Nebiolo è direttore artistico del Festival International de Guitare de Versoix (Ginevra, Svizzera) e membro fondatore dell’associazione internazionale MusicFor con sedi in Italia, Svizzera e USA.

 

Jeanne Gollut Appassionata del suo strumento fin dalla sua giovane età, Jeanne Gollut ha scelto di farne il proprio mestiere, iniziando i suoi studi professionali nel 2001 presso la Haute Ecole de Musique de Lausanne e la Société.Suisse de Pédagogie Musicale. Segue quindi i corsi del M° Michel Tirabosco ed ottiene con menzione dapprima il Diplôme d’Enseignement ed infine il Diplôme de Virtuosité. Attualmente, Jeanne Gollut divide il suo tempo tra la carriera di concertista e l'insegnamento del suo strumento presso il Conservatorio di musica di Montreux-Vevey, Riviera. Si esibisce regolarmente in diverse formazioni di musica da camera e le sue collaborazioni con diversi musicisti le permettono di elaborare un largo ventaglio di stili musicali e di mettere in risalto il suo strumento, spesso considerato esclusivamente folcloristico. Nel 2005, crea il duo Arpane con l' arpista Julie Sicre; le due musiciste interpretano un repertorio di musica francese dall'inizio del XX secolo e nel 2010 incidono un disco molto bene accolto dalla critica. Con l'organista Antonio Garçia, suona dal 2006 un repertorio barocco, romantico e contemporaneo. Piu' recentemente, ha iniziato una collaborazione con il chitarrista Alessio Nebiolo per proporre un programma di carattere, composto principalmente di musiche latine e sudamericane. Fa anche parte del Tangora Trio (flauto di Pan, chitarra e piano), ensemble molto attivo che ha già inciso due dischi ed esplorato un vasto repertorio (muciche popolari, jazz, temi celebri del cinema...). Jeanne Gollut si è esibita come solista con diverse orchestre svizzere, interpretando, fra altri, il Concerto per flauto ed arpa di W.A.Mozart, la Ballade et Danse di György Ligeti, il Concerto per due flauti in mi minore di G. Ph.Telemann. Determinata a valorizzare e promuovere il suo strumento, Jeanne Gollut si adopera per far conoscere il flauto di Pan anche ai compositori ed è già stata dedicataria di diversi brani tra i quali ricordiamo Ballade pour flûte de Pan et harpe e Trois Esquisses (doppio concerto per flauto di Pan e arpa) di Michel Hostettler, Instants per flauto di Pan e quartetto d’archi (creato con il quartetto Sine Nomine), ABChemin6.0 (per dieci elementi) di Dominique Gesseney-Rappo e Wind-Wood (per flauto di Pan e marimba), scritta da Stéphane Borel. I successi di queste opere originali hanno incoraggiato altri compositori a scrivere per il flauto di Pan e diversi progetti sono attualmente in preparazione con la gioiosa prospettiva di arricchire il repertorio di questo bello strumento.